Certificazioni: novità - Comune di Bolgare

archivio notizie - Comune di Bolgare

Certificazioni: novità

 
Certificazioni: novità

Dal 1° gennaio 2012 i certificati, con particolare riferimento a quelli anagrafici e di stato civile - ma non solo - sono validi unicamente nei rapporti tra privati.

Lo stabilisce la Legge N.183 del 12 novembre 2011, che attua una drastica riduzione dell’uso delle certificazioni nei rapporti tra Pubbliche Amministrazioni (Comuni, Province, Regioni, Consorzi, Comunità Montane, ASL, INPS, Motorizzazione, Agenzia delle Entrate, Agenzia del Territorio, Prefetture, Questure e Commissariati, Uffici Statali e/o Ministeriali, ecc...), e fra queste e i gestori di pubblici servizi (Enel, Trenitalia, UniAcque, Equitalia, Poste - limitatamente al servizio di corrispondenza, Gestori telefonici, ecc...).
 
L'articolo 15, comma 1, della citata Legge "Norme in materia di certificazioni e dichiarazioni sostitutive", stabilisce che a partire dal 1° gennaio 2012 le certificazioni rilasciate dagli Uffici della Pubblica Amministrazione in ordine a stati, fatti e qualità personali, sono valide ed utilizzabili nei soli rapporti tra privati. Questi soggetti (banche, assicurazioni, datori di lavoro, imprese, ecc...) non sono, infatti, obbligati ad accettare l'autocertificazione.

Ciò significa che le Pubbliche Amministrazioni non possono più richiedere ai cittadini di produrre certificazioni (relative a stati, fatti e qualità personali) rilasciate da altri Uffici Pubblici.


Sui certificati rilasciati dagli Uffici di Anagrafe e Stato Civile del Comune, pertanto, compare ora la seguente dicitura:
"Il presente certificato non può essere prodotto agli Organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

L’assenza di tale menzione nel certificato ne comporta la nullità.
 
Cambia, quindi, la procedura finora utilizzata: adesso i cittadini possono semplificare i loro rapporti con i vari Uffici, rivolgendosi direttamente all'Ente pubblico (o al Gestore di pubblico servizio) destinatario.

Essendo venuta meno l'esigenza di utilizzare molti dei tradizionali certificati, scompaiono corse e attese ai tanti sportelli della Pubblica Amministrazione.

I cittadini possono agire in prima persona, sostituendo molti certificati con la propria autocertificazione.


Compete, poi, all'Ente pubblico ricevente (o al Gestore di pubblico servizio) la verifica dei dati dichiarati dai cittadini ed effettuare idonei controlli presso gli Uffici competenti.

Va ricordato che, ai sensi dell.art.75 del D.P.R. 28 dicembre 2000, N.445, in caso di falsa autodichiarazione, si incorre nella perdita di ogni beneficio eventualmente conseguito.


I modelli di autocertificazione sono resi disponibili da questo Comune nelle seguenti modalità:

  • on-line su questo portale, alla voce “Modulistica” / Dichiarazioni Sostitutive di Certificazioni (o Autocertificazione) ;
  • in formato cartaceo,  presso lo sportello anagrafico del Comune.

N.B. - Le autocertificazioni, qualora non vengano effettuate direttamente in presenza del dipendente addetto al loro ricevimento, devono essere presentate unitamente alla fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.
 
Le Amministrazioni Pubbliche e i gestori di pubblici servizi possono inviare le richieste di controllo delle informazioni autodichiarate dai cittadini, alla seguente casella di posta elettronica certificata: comune.bolgare@cert.legalmail.it


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (325 valutazioni)